Già professore associato di Lingua e Letteratura russa e di Linguistica russa all'Università degli Studi "Roma Tre", nonché presidente dell'Associazione Italiana Russisti. Dal 1962 al 1969 è stata "visiting professor" di Lingua italiana presso la Facoltà di Filologia dell'Università statale di San Pietroburgo. Ha svolto in Italia un'intensa attività didattica, dapprima all'Università di Cagliari, quindi alla Facoltà di Scienze politiche dell'Università "La Sapienza" di Roma, infine all'Università "Roma Tre". Ha pubblicato numerosi studi in russo e in italiano sulla recezione della letteratura russa e delle letterature slave in Italia (Pagine di slavistica italiana. Carlo Tenca e "Il Crepuscolo", Roma 1979, C.I.R.V.I., Torino-Moncalieri 2013), sussidi didattici di carattere comparativo-contrastivo russo-italiano; saggi sull'evoluzione del russo attuale (con Valentina Benigni, Il russo in movimento. Un'indagine sociolinguistica, Roma 2002); sul Ruolo della tradizione slavoecclesiastica nel russo contemporaneo. Aspetti metodologico-didattici del russo come L2 ("Studi Slavistici", 2013). Ha pubblicato un saggio storico-culturale e linguistico-letterario sul poema in dialetto romanesco di Elia Marcelli Li Romani in Russia ("il 996", 2011, 2; riveduto e integrato, 2016; in russo 2015). Collabora alle riviste "Rassegna Italiana di Linguistica Applicata", "Studi Italiani di Linguistica Teorica e Applicata", "Europa Orientalis", "Studi Slavistici", "Slavia", "Russkij jazyk za rubežom". Membro del Consiglio dei Seniores dell'Associazione Internazionale degli Insegnanti di Lingua e Letteratura Russa (MAPRYAL). Insignita della Medaglia "A.S. Puškin".

Bibliografia degli anni 2013-2015

­