Il Comitato Internazionale degli Slavisti, o MKS (Meždunarodnyj Komitet Slavistov), è stato fondato a Belgrado nel 1955. Ha il compito di organizzare ogni cinque anni i Congressi internazionali e di coordinare il lavoro di varie commissioni. Del Comitato internazionale degli Slavisti fanno parte le associazioni nazionali degli Slavisti dei seguenti paesi: Australia e Nuova Zelanda, Austria, Belgio, Bielorussia, Bosnia e Erzegovina, Bulgaria, Canada, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, India, Israele, Italia, Lituania, Macedonia, Moldova, Norvegia, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti d'America, Svezia, Svizzera, Ucraina, Ungheria. L'attuale presidente è il prof. Boško Suvajdžić (Belgrado).


Congressi

I congressi fin qui svoltisi sono i seguenti:

  • I – ottobre 1929, Praga (in occasione del centenario della morte di Josef Dobrovský, fondatore degli studi slavistici)
  • II – settembre 1934, Varsavia
  • III – settembre 1939, Belgrado (il congresso non si celebrò a causa dello scoppio della II seconda guerra mondiale)
  • IV – settembre 1958, Mosca
  • V – settembre 1963, Sofia
  • VI – agosto 1968, Praga
  • VII – agosto 1973, Varsavia
  • VIII – settembre 1978, Lubiana e Zagabria
  • IX – settembre 1983, Kiev
  • X – settembre 1988, Sofia
  • XI – agosto 1993, Bratislava
  • XII – agosto-settembre 1998, Cracovia
  • XIII – agosto 2003, Lubiana
  • XIV – settembre 2008, Ocrida
  • XV – agosto 2013, Minsk

Il prossimo Congresso internazionale degli Slavisti si svolgerà a Belgrado nel 2018.


Commissioni

Questo l'elenco delle trentanove commissioni attualmente attive e dei loro presidenti:

  • Commissione archeologica: Peter Šalkovský
  • Commissione aspettologica: Ljudmil Spasov
  • Commissione dell'atlante linguistico slavo: Tat'jana I. Vendina
  • Commissione biblica: Marcello Garzaniti
  • Commissione della bibliografia linguistica: Zofia Rudnik-Karwatowa
  • Commissione della bibliografia slava comparatistica e letteraria: Wacław Walecki
  • Commissione dei contatti linguistici slavi: Gerd Hentschel
  • Commissione dialettologica: Jerzy Sierociuk
  • Commissione dei dizionari dello slavo ecclesiastico: Zdenka Ribarova
  • Commissione etimologica: Mariola Jakubowicz
  • Commissione etnolinguistica: Jerzy Bartmiński
  • Commissione di filologia digitale: Ralph Cleminson
  • Commissione folcloristica: Andrej B. Moroz
  • Commissione di fonetica e fonologia: Ján Sobol
  • Commissione della formazione delle parole: Aleksandr A. Lukašanec
  • Commissione fraseologica: Valerij M. Mokienko
  • Commissione dell'insegnamento delle lingue e letterature slave: Ljiljana Bajić
  • Commissione lessicologica e lessicografica: Margarita I. Černyševa
  • Commissione del linguaggio religioso: Wiesław Przyczyna
  • Commissione delle lingue slave standard: Hana Gladkowa
  • Commissione di linguistica balcanica: Helmut Schaller
  • Commissione di linguistica dei corpus: Marek Łaziński
  • Commissione di linguistica del discorso: Iryna Chuvanava-Šmygava
  • Commissione di linguistica dei media: Lilija Duskaeva
  • Commissione delle microlingue letterarie slave: Aleksandr D. Duličenko
  • Commissione di onomastica slava: Artur Gałkowski
  • Commissione sociolinguistica: Halina Kurek
  • Commissione di storia dell'emigrazione slava: Lucjan Suchanek
  • Commissione di storia degli Slavi nell'età medievale: Ryszard Grzesik
  • Commissione della storia degli Slavi nell'età moderna: Irena Stawowy-Kawk
  • Commissione di storia della slavistica: Sergio Bonazza
  • Commissione di studi comparati ibero-slavi: Beata Cieszyńska
  • Commissione di studi comparati delle letterature slave: Bogusław Zieliński
  • Commissione di studi stilistici: Natal'ja I. Klušina
  • Commissione di studi storici e culturali dei Balcani: Jolanta Sulejcka
  • Commissione di studi delle strutture grammaticali delle lingue slave: Maciej Grochowski
  • Commissione di studi sui vecchi-credenti: Leonid L. Kasatkin
  • Commissione terminologica: Viktorija A. Ivaščenko
  • Commissione traduttologica: Piotr Fast
­