Call for papers : Letteratura e repressione in Russia e nell’Europa centro-orientale

Numero monografico

Call for papers: Letteratura e repressione in Russia e nell’Europa centro-orientale

Curatore: Andrea Gullotta, Lecturer in Russian, University of Glasgow

 La storia dell’Unione Sovietica è stata segnata da una particolare forma di repressione di stato, che ha caratterizzato l’esperienza sovietica sin dagli albori rivoluzionari e ha di fatto coinvolto la quasi totalità della popolazione sovietica – vittima, carnefice, complice fattuale o morale – e ha lasciato profonde ferite nel tessuto sociale dei paesi dell’ex URSS. Lo stesso sistema repressivo è stato “esportato” nei paesi del Patto di Varsavia, che hanno inizialmente adottato il modello staliniano per poi svilupparlo in diverse forme, generando spesso modelli repressivi assimilabili, per natura e conseguenze sul vissuto della popolazione, all’originale sovietico.

La letteratura generata dalla “repressione sovietica” in URSS e nei paesi del blocco orientale è uno dei temi meno studiati a livello mondiale, pur annoverando tra i suoi autori figure di primissimo piano come Aleksandr Solženicyn, Varlam Šalamov e Gustaw Herling-Grudziński, oggetto di studi che ne inquadrano l’opera ma spesso in assenza di un quadro di riferimento teorico più ampio. Poco studiate sono anche le cosiddette opere “postmemoriali” ispirate dalla repressione sovietica, uno dei filoni più interessanti della letteratura russa e dell’Europa centro-orientale contemporanea.

Questo numero monografico intende proporre uno studio approfondito e, laddove possibile, comparatistico, delle tracce lasciate dalla repressione di stato nei paesi di area slava. I saggi che comporranno la monografia dovranno indagare sia la rilevanza della “letteratura di repressione sovietica europea” (proponendo quindi studi comparatistici, capaci di indagare le caratteristiche comuni a diverse opere di ambito russo e dell’Europa centro-orientale), sia la prominenza della letteratura postmemoriale contemporanea di area slava, sia – laddove possibile – l’impatto delle pratiche repressive sulla produzione letteraria e su diversi aspetti della vita culturale dell’URSS e dei paesi del Patto di Varsavia.

 

Calendario delle scadenze:

31/05/2021: scadenza per l’invio dell’abstract (450 parole max., inclusa bibliografia e breve nota

biografica)

30/06/2021: notificazione dell’accettazione o rifiuto della proposta

31/06/2022: invio dei saggi completi secondo le norme redazionali.


Le proposte vanno inviate, entro la data indicata, ai seguenti indirizzi mail:

rivistacostellazioni@gmail.com e andrea.gullotta@glasgow.ac.uk